Menu

L’America’s Cup World Series apre a Napoli

Ai nastri di partenza l’evento velico più importante del mondo. L’America’s Cup World Series sarà infatti inaugurata domenica 8 aprile a Napoli con una cerimonia di apertura firmata Filmmaster Events per celebrare in modo solenne e spettacolare il mito della Coppa America. Filmmaster Events, guidata dal Presidente Marco Balich, è tra le società leader nella creazione di grandi eventi nel mondo. Solo negli ultimi 4 mesi si è aggiudicata la produzione delle cerimonie dei Campionati Europei di Calcio UEFA 2012 e le cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi Olimpici di Rio 2016.  Il mare di Napoli sarà il protagonista assoluto dello spettacolo velico dell’Edizione 2012 dell’America’s Cup World Series così come della sua Cerimonia di Inaugurazione. Video proiezioni in 3D, coreografie artistiche e animali acquatici “volanti” “inonderanno” Piazza del Plebiscito trasformandola in un acquario gigantesco virtuale e coinvolgendo gli spettatori presenti.  In ode al mare e alla cultura della vela, il brano poetico “O Mare” del drammaturgo napoletano Eduardo de Filippo sarà interpretato dall’artista Peppe Servillo.
Il mare prima di tutto, e dipinto in una miriade di sfaccettature. Anche i momenti protocollari della Cerimonia si trasformeranno in puro spettacolo, offrendo al pubblico quel ritmo e quell’emozione propria delle massime Cerimonie sportive internazionali olimpiche. A portare la bandiera tricolore sul palco, una sportiva per eccellenza, la campionessa di windsurf Alessandra Sensini vincitrice di 4 medaglie olimpiche. La bandiera italiana sarà issata accompagnata dall’inno nazionale della Banda della Marina. Con l’arrivo sul palco del The Old Mug, il trofeo sportivo più antico del mondo e per cui si compete in mare dal 1851, si avvicina sempre di più la grande emozione dell’America’s Cup. Una coppa ambitissima dai più grandi velisti al mondo.
A conclusione della cerimonia, la sfilata in piazza del Plebiscito dei grandi campioni che si sfideranno nelle acque di Napoli: l’australiano James Spithill di Oracle il più giovane vincitore nella storia della coppa America e attuale defender, l’americano Darren Bundock di Oracle, il francese Loick Peyron di Energy, e ancora il team di Luna Rossa Challenge 2013, Emirates Team New Zealand, Artemis racing, China team, Team korea. Sulle note di Caruso di Lucio Dalla, un omaggio al cantautore italiano scomparso di recente e al mare di Napoli, si ufficializza con uno spettacolo di fuochi d’artificio la partenza dell’America’s Cup World Series.